La nostra foresta Imagea cresce sul web

Nel mondo è allarme clima: secondo il rapporto 2017 compilato dal Global Carbon Project, le emissioni mondiali di Co2 sono di nuovo in crescita e per la fine dell’anno rischiamo di registrare un +2%. Un problema così importante ha bisogno di una risposta globale e urgente da parte di tutti i Governi, ma anche noi, singolarmente, possiamo dare ogni giorno il nostro piccolo contributo per salvare il pianeta.

Da parte nostra, per esempio, abbiamo affidato ad Elgon Green – l’anima verde della nostra azienda – l’incarico di dare una risposta adeguata, che possa combinarsi bene con la nostra filosofia di sostenibilità ambientale. Perciò abbiamo deciso di piantare un albero. Anzi, una foresta intera, in Kenya. Perché pensiamo che la riforestazione delle aree rurali possa essere uno dei passi verso la tutela dell’ecosistema, e quindi verso il nostro benessere. Un’occasione che abbiamo colto grazie a Treedom, la piattaforma web specializzata in elevate performance ecologiche e sociali, che dal 2010 ha coltivato più di 370.000 alberi in Africa, America Latina e Italia, permettendo ai suoi partner di diventare co-autori di questo piccolo grande gesto, di regalare le piante e di seguirne l’evoluzione online. Per questo progetto sono stati coinvolti oltre 21mila contadini che quotidianamente piantano e curano gli alberi, beneficiando di tutti i vantaggi che ne ricavano, frutti compresi. Crescendo, le piante assorbono CO₂ e producono ossigeno, trattengono il terreno con le loro radici, contribuiscono ad aumentare la biodiversità e rendono più belli i luoghi dove vengono piantati. Un’azione semplice che, quindi, porta ad un generale miglioramento delle condizioni socio-economiche del territorio scelto, legandosi alla grande causa dell’environment soustainability.

Albero dopo albero, siamo riusciti a coinvolgere colleghi, clienti, amici e conoscenti. Tutti entusiasti all’idea di ricevere in regalo una pianta da ‘adottare’. E, intanto, la nostra foresta Imagea si è allargata, arrivando a contare – ad oggi – 350 alberi. Un risultato che in Kenya si traduce in circa 198mila kg di CO2 catturata: una quantità che riempirebbe 1.034 tir! Un successo che ci rende orgogliosi del nostro “pollice verde” e che ci motiva a continuare a percorrere questa strada. Anzi, questa foresta.